Stamattina è desolante vedere fuori. Dopo la furiosa grandinata di ieri pare d’essere a fine ottobre.  Il termometro ha subito un tracollo. La campagna è devastata dalla furia distruttiva dei chicchi di grandine. Quel che rimane si può dire che sia ancor di grazia. Ed immagino la disperazione di chi vive con i frutti della terra, di quel duro lavoro. La natura certe volte si rivolta, si incattivisce. Ed a noi tocca di subire. Non basterebbe un intero album di foto ad esibire lo sfregio di ieri sera e quanto appare ai nostri occhi stamattina come risultante.